Crisi Usa-Corea del Nord Campo da volley su sito nucleare



La tensione tra gli Stati Uniti d’America e la Corea del Nord diventa ogni giorno sempre più tangibile.

La “Grande Armada” promessa dal Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump non è ancora giunta presso le coste della penisola coreana, la Russia continua a sperare in una soluzione diplomatica come la Repubblica Popolare Cinese (Grande alleata della Corea del Nord) ma nel frattempo ha allerto i suoi Top Gun in caso di guerra. Contemporaneamente il Ministero degli Esteri nordcoreano continua con gli annunci su di un possibile conflitto nucleare, in caso di attacco da parte degli Stati Uniti d’America.

L’ultimo test missilistico nordcoreano non ha dato gli esiti sperati, infatti, il missile è esploso poco dopo il lancio ma questo non significa che il Presidente della Corea del Nord, Kim Jung-un non sia in possesso di un arsenale nucleare in grado di rispondere in maniera adeguato un eventuale attacco statunitense.

Il sito nucleare della Corea del Nord è sempre sotto attenta osservazione da parte dei Servizi Segreti statunitensi e durante la visione delle foto satellitari (Utilizzano anche satelliti commerciali) hanno scoperto quello che potrebbe essere un campo di volley con alcuni “giocatori” nord coreani.

Secondo l’Ansa, potrebbe essere che i test nucleari siano stati messi in stay-by così alcuni di dipendenti nordcoreani hanno deciso di rilassarsi giocando a volley oppure si tratterebbe di una mossa del Governo di Pyongyang per confondere i loro nemici storici statunitensi.

Il braccio di ferro prosegue e nessuno ne conosce l’epilogo.

Commenti