Pamela Anderson si schiera contro il porno

Pamela Anderson, in una lettera inviata al Wall Street Journal, definisce il porno "un pericolo senza precedenti"
L'ex bagnina di Baywacth si schiera in particolare contro certe caratteristiche del porno moderno quali la sua accessibilità gratuita in rete e la sua diffusione anonima e disseminata che troppo facilmetne può essere usufruibile anche da minori e da giovanissimi.
Per questo, afferma l'attrice, insieme al rabbino Shmuley Boteach, è fondamentale che i gentori siano molto vigili su ciò che guardano i loro figli utilizzando internet,  mezzo attraverso il quale, questo "mercato", è  particolarmente fiorente e facciano capire loro che chi ha bisogno di pornografia è povero scalognato e non un privilegiato.
Le dichiarazioni di Pamela Anderson appaiono abbastanza sorprendenti se si pensa che due suoi video osè qualche tempo fa, erano finiti in rete, uno con il marito Tommy Lee durante la loro luna di miele, l'altro con Bret Michaels, entrambi perchè, come dissero i protagonisti, gli erano stati sottratti dai ladri.
Pamela Anderson si schiera contro il porno
Pamela Anderson
Una spiegazione che lascia perplessi se si pensa che Pamela Anderson e Tommy Lee, dopo qualche tempo, decisero di vendere i diritti d'autore del loro video.                                                              

Commenti