Corea del Nord quinto test nucleare e il mondo trema

Corea del Nord quinto test nucleare e il mondo trema

Ora le testate atomiche potranno essere “Prodotte in quantità ed in vari formati” e inoltre “Possono essere montate su missili strategici balistici”. Questo l’avvertimento della Corea del Nord, trasmesso tramite la Tv di Stato nordcoreana Kctv.

Il quinto test nucleare effettuato dalla Corea del Nord ha creato un terremoto di magnitudo 5.3 nelle vicinanze di Punggye-ri (Sito nucleare di Pyongyang).

Il Governo di Pyongyang ha dichiarato, attraverso l’agenzia nordcoreana Kena che: “Questo test nucleare ha finalmente confermato le strutture e le caratteristiche specifiche di una testata nucleare standardizzata in modo da poter essere montata su missili balistici strategici”.

La Corea del Sud si è detta preoccupata del quinto test nucleare del suo vicino nordcoreano visto che, secondo Seul, il terremoto 5.3 è stato il più potente di tutti, vicino alla potenza dell’esplosione della bomba atomica statunitense sganciata sulla città giapponese di Hiroshima.

Il quotidiano Huffington Post Italia ha riportato le reazioni da parte della Comunità Internazionale per la nuova azione della Corea del Nord.

La Repubblica Popolare Cinese (Vicina alla Corea del Nord) attraverso una nota rilasciata dal Ministero degli Esteri ha espresso “opposizione risoluta” invitando con decisione il Governo di Pyongyang a rispettare gli accordi sulla non proliferazione nucleare.

Anche l’altro alleato di Pyongyang, la Russia si ritrova nella stessa linea della Repubblica Popolare Cinese, riguardo alla Corea del Nord.

Il Ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov: “Siamo seriamente preoccupati dal test nucleare nordcoreano. Le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’ONU devono essere attuate. Invieremo un forte segnale alla Corea del Nord sulla necessità di rispettare le risoluzioni dell’ONU”.

Gli Stati Uniti d’America continueranno a vigilare e proteggere i loro alleati in tutto il mondo, compresi il Giappone e la Corea del Sud. Lo stesso Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama: “Ha indicato che continuerà a consultare i nostri alleati e partner nei prossimi giorni, per garantire che le azioni provocatorie della Corea del Nord avranno conseguenze molto serie”. 

Commenti