Stelle cadenti Perseidi maggior picco il 12 e 13 agosto

La tradizione vuole che la notte scorsa sia stata la notte di San Lorenzo, le lacrime di san Lorenzo, ma si sa perfettamente che questo fenomeno che rapisce l'immaginario è causato dai rimasugli del passaggio della cometa Swift-Tuttle, e quest'anno bisestile si poteva assistere a questo spettacolo della natura cosmica dal 17 luglio per concludersi intorno al 24 agosto, il picco per goderselo però è previsto nella notte tra il 12 e il 13 agosto, quindi per chi ancora non ha assistito alla caduta di stelle cadente ha ancora una possibilità.

Per le Perseidi quest'anno è del tutto particolare in quanto sono numerose e lo spiega Bill Cooke della Nasa in Space.com con questa dichiarazione: 'quest'anno ci si aspetta un numero variabile tra le 150 e le 200 meteore all'ora, invece delle consuete 80'; tenendo presente poi il fatto che il 18 agosto ci sarà pure la Luna piena che renderà difficile l'osservazione, si sottolinea che le notti migliori per osservare la caduta delle stelle cadente siano tra il 10 al 14 agosto, ma quali sono i consigli dettati dagli specialisti per meglio osservare questo fantastico spettacolo?

STELLE CADENTI
Il primo in assoluto non essere vicini a fonti di luce quindi lontano da edifici illuminati, spegnere le luci in casa se osservate dalla finestra, svincoli autostradali,, discoteche, insomma al buio più assoluto potete assistere alla mia di Madre Natura,  secondo consiglio se potete mettervi comodamente sdraiati avendo un raggio molto più ampio e comodo, il picco comunque è previsto dopo la mezzanotte ma il maggior flusso sarà nelle prime ore del mattino, un ulteriore consiglio è di non essere impazienti in quanto gli occhi hanno bisogno di almeno mezz'ora per abituarsi al buio per poi vedere meglio ciò che accader nell'oscurità, quindi una buona compagnia vi farà trascorrer il tempo piacevolmente nell'attesa, quando sarà giunto il momento non fissate un punto solo ma allargate lo sguardo tutto intorno all'universo sopra di voi, orientandovi verso nord est possibilmente, dalla cui direzione arrivano le meteore evitando di guardare con lo smartphone perché gli occhi si dovrebbero riabituare poi all'oscurità, lasciate stare, quindi, lo smartphone e godetevi lo spettacolo magico delle lacrime di San Lorenzo!

Fonte Focus

Commenti