Hiroshima 6 agosto 1945 140 mila vittime sacrificate alla bomba nucleare

71 anni fa Hiroshima fu distrutta dalla bomba nucleare lanciata dall'America, era il 6 agosto del 1945, 140 mila vittime oggi sono state ricordate dal premier giapponese Shinzo Abe, che ha sottolineato come le nuove generazioni non debbano dimenticare la tragicità di quanto accaduto ma che rinforzino l'idea della pace con la non proliferazioni delle armi nucleari, il premier giapponese ha rimarcato l'impegno assunto dal proprio governo proprio in base a questa politica; il sindaco della città, Kazumi Matsui,  ha dichiarato: 'Auspichiamo una presenza sempre maggiore dei capi di stato di tutto il mondo per contribuire all’abolizione degli arsenali nucleari' nella commemorazione avvenuta all'interno del parco del momoriale della Pace, ha ache ricordato la visita di Barack Obama e dei suoi propositi, focalizzati appunto nella riduzione concordata delle armi atomiche.

HIROSHIMA 6 AGOSTO 1945
Questa mattina alle 8:155 è stato osservato  un minuto di silenzio per onorare il sacrificio di 140 mila vittime cadute sotto la bomba atomica il 6 agosto 1945 a Hiroshima, vittime innocenti che sono perite, ignare di ciò che stava succedendo, il secondo massacro avvenne a Nagasaki il 9 agosto, statuendo la fine della seconda guerra mondiale e la resa incondizionata del Giappone nei successivi sei giorni; circa 50 mila persone si sono riunite al Parco della pace di Hiroshima, dove è collocato l'epicentro dell'esplosione. Tra loro i rappresentanti di 91 Paesi e dell'Unione europea. 

L'orrore della bomba atomica si riduce ad una breve frase dichiarata da Barack Obama nel corso del suo discorso: 'forma ultima dell'inumano', un orrore creata dalla mente umana e che dovrebbe far riflettere ogni Nazione quanto sia precaria la pace e che un atto di follia potrebbe, in qualsiasi momento, spegnere la vita di questo pianeta.

Fonte: LaStampa

Commenti