Domande non “culturali” per il concorso ai Beni Culturali

Domande non “culturali” per il concorso ai Beni Culturali

Prepararsi per un Concorso Pubblico potrebbe rivelarsi un Tour de Force ma alle volte può capitare che le domande possano risultare al quanto particolari e fuori dal mondo come le Domande con “culturali” per il concorso ai Beni Culturali.

Le domande destinate al concorso per 500 funzionari per i Beni Culturali sono state preparate da esperti ma con tanti errori e orrori che ha fatto impallidire il Ministero, sminuito gli anni di studi e sacrifici dei vari candidati e messo in forte imbarazzo chi ha formulato questi quiz.

Su 4.600 quesiti a risposta multipla (Pubblicati sul web) ne sono stati scelti 80 a dir poco imbarazzanti e impensabili.


Ecco alcuni esempi:

“Qual è l’unica opera del Giorgione che ha ancora la cornice originale?”. Effettivamente sapere quale opera del Giorgione abbia ancora la sua cornice originale è di vitale importante o no?

Adesso una domanda veramente difficile.

“In quale Cappella della Città del Vaticano sono visibili i più famosi affreschi di Michelangelo?”. Adesso mi sfugge… non sarà la Cappella Sistina?

Ma quella più divertente è stata questa:

“Di cosa sono fatti i Bronzi di Riace?”

a) Marmo
b) Legno
c) Bronzo

Non ricorda quella divertente domanda, sentita in diverse commedie…. “Di che colore era il cavallo bianco di Napoleone?”

Poca preparazione o troppa fretta?
Fonte: Il Giornale

Commenti